Archivi per la categoria ‘Venezia 2008’

Mickey il Leone

domenica, 7 settembre 2008

Citazione in un articolo dedicato alla Rassegna del Cinema di Venenzia 65.

Di Alessandro Aniballi

Speciale Venezia 65 – Undicesimo giorno

«Chiudiamo questi resoconti con un film sconclusionato, Orfeo 9 di Tito Schipa Jr., opera rock italiana del 1973, recuperata a Venezia 65 seguendo il filo della riscoperta del misconosciuto musical italico. Visto oggi, Orfeo 9 risulta datato in maniera irrimediabile, ingenuo, persino grottesco, privo probabilmente del minimo talento registico. Eppure, realizzato con pochi soldi e prodotto dalla RAI, quel film resta a testimoniare un periodo forse perduto per sempre, una fase storica in cui la televisione di Stato aveva aperto un terreno di confronto con la sperimentazione audiovisiva. Oggi, invece, che in Italia gli esperimenti sono finiti sia nel cinema che nella televisione, tutto appare sicuro, calcolato, forse infallibile, ma anche decisamente più prosaico. E, pur presentando per una volta una selezione nazionale abbastanza buona, Venezia 65, tra le altre cose, ha confermato la scarsa tendenza al rischio della nostra produzione».

Fonte: RadioCinema
Autore: Alessandro Aniballi
Data: 07/09/2008
Tipo: recensione

ORFEO 9

sabato, 6 settembre 2008

Di Teresa D’Anna

ORFEO 9

Giudizio (max 5): 2 e mezzo

Recensione:

A ogni festival il suo evento speciale: quest’anno, all’ultimo giorno di una mostra prolungatasi abbastanza per mettere a segno almeno qualche colpo, l’evento conclusivo è la riproposizione di Orfeo 9 di Tito Schipa jr., stracultissima rock opera italiana di quasi quarant’anni fa. La storia è una rivisitazione del mito di Orfeo e Euridice in chiave di critica alla moderna società dei consumi e dello sballo lisergico, la musica è una contaminazione di generi pop, che spaziano dalla lirica all’ispirazione zeppelliniana.

(continua…)

“Orfeo 9″ di Tito Schipa Jr.

sabato, 6 settembre 2008

di Gianluca Capaldo

Un’opera rock chiude Venezia 65

CopertinaSiamo nel gennaio 1970 quando al Teatro Sistina di Roma va in scena la prima opera rock italiana e addirittura la prima mai rappresentata al mondo. Oggi 6 settembre 2008 quell’opera rock su pellicola (del 1973) verrà riproposta come film di chiusura della 65. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

(continua…)

Orfeo 9 sarà presto online

sabato, 6 settembre 2008

Di Cristiana Paternò

Orfeo 9, il musical di Tito Schipa jr che la Mostra ha scelto come film di chiusura, sarà disponibile online tra pochi giorni sul sito della Rai, nella sezione che raccoglie il meglio dei programmi culturali. «Si potrà acquistare a prezzi contenuti e scaricare dalla rete«, ha spiegato il presidente di Rai Trade Renato Parascandolo. Il film, prodotto dalla Rai nel 1973, prima opera rock italiana girata per i programmi sperimentali, fu congelato per due anni e trasmesso solo nel ’75 da Raidue, necessariamente in bianco e nero in era pre-tv a colori. Poi non se ne è saputo più molto tanto da diventare «un piccolo capolavoro perduto», come dice Marco Giusti, che ha proposto a Muller di recuperarlo in questa edizione del festival che tanto spazio ha dato al musicarello.

(continua…)

Orfeo 9

lunedì, 1 settembre 2008

Opera lirica beat
La storia di un moderno Orfeo che deve salvare la sua Euridice dall’inferno della droga.

La prima opera rock italiana (Teatro Sistina 23 gennaio 1970) e la prima al mondo ad essere rappresentata in un teatro riprende il mito di Orfeo trasponendolo nella modernità. Un gruppo di ragazzi vive in pace all’interno di una chiesa sconsacrata e a distanza dalla grande città. Orfeo è però come murato nella solitudine finché un giorno Euridice vi fa breccia e i due si innamorano. Un personaggio ambiguo si insinua però nella loro relazione separandoli. Orfeo si muoverà allora alla sua ricerca e, al contempo, compirà un viaggio nella profondità del suo essere. Con Orfeo 9 Tito Schipa Jr. ha conseguito molti record. Interpretandola e dirigendola ne ha accompagnato il successo straordinario. Musicalmente si tratta dell’unico doppio disco italiano che non è mai uscito in trent’anni dal catalogo e che è stato classificato tra i 100 eventi da non perdere del rock made in Italy.

(continua…)