Archivio di novembre 2002

Quella prima opera pop-rock italiana: Orfeo 9 di Tito Schipa Jr.

mercoledì, 13 novembre 2002

Di Mauro Brondi

Rapidi sguardi: cinema e musica

«Ci sono cose che noi italiani facciamo meglio…» ha detto Vecchioni nelle giornate del Club Tenco a Sanremo (24, 25, 26 ottobre 2002), riferendosi allo scrivere testi per canzoni. Se per il genere rock-film non si può dire la stessa cosa, la responsabilità non è certo dell’Orfeo 9 di Tito Schipa jr.; anzi, scoprendo questo cult della storia del cinema italiano, ci convinciamo del fatto che, come sempre, è solo un problema di tradizione, e la tradizione va inaugurata (e nella teoria lo avrebbe fatto benissimo questo film) e portata avanti (e qui, purtroppo, il vuoto assoluto). Orfeo 9, girato nei primi anni Settanta con bassissimo budget, porta in sé la genuinità di un lavoro che precorre i tempi. Tito Schipa jr. (all’epoca poco più di ventenne) si mette in gioco con uno sguardo, una passione, un’inventiva del tutto particolare: il suo film da questo punto di vista non ha nulla da invidiare a opere americane ben più note (vedi Jesus Christ Superstar) o alle esperienze kitsch inglesi (Tommy). Anzi, un certo utilizzo diretto della macchina da presa su scenografie finto-teatrali risulta esser estremamente affascinante e originale.

(continua…)