Tosca a Caracalla

Per discutere anche di altri argomenti

Moderatore: Moderatori

Tosca a Caracalla

Messaggioda Bliss » sab lug 18, 2009 12:25 am

Da Il Giornale.it

"La Tosca di Puccini torna alle Terme di Caracalla, la cui prima stagione, nel lontano 1937, fu inaugurata proprio dalla celebre opera pucciniana.
Il libretto scritto da Giuseppe Giacosa e Luigi Illica si ispira al dramma di Victorien Sardou. Ne parliamo con il regista.
Partiamo subito dal finale, che fa uscire quest’allestimento dalla «tradizione».
«Tosca non muore suicida gettandosi dagli spalti di Castel Sant’Angelo, dove è stato appena fucilato Cavaradossi, ma annega assieme a lui nel Tevere, testimone del loro amore e della storia di Roma ai tempi del potere temporale dei papi».
Cosa c’è dietro questa scelta?
«Intanto la difficoltà di costruire una scenografia tradizionale in un luogo come Caracalla. E poi ci sono anche i nuovi studi sull’opera di Puccini. Di recente sono venute alla luce delle lettere dello stesso musicista nelle quali la follia d’amore di Tosca non ha come gesto conclusivo il suicidio da Castel Sant’Angelo. Mi è sembrato utile recuperare quella visione proprio nella cornice “angusta” delle Terme»".

Tito, cosa ne pensi di questo finale cambiato?
...alle stelle ci credo, specialmente se come ora le vedo...
Avatar utente
Bliss
Orfeomane Liv. 3
Orfeomane Liv. 3
 
Messaggi: 311
Iscritto il: ven gen 06, 2006 2:13 pm
Località: Roma

Messaggioda junior » sab lug 18, 2009 9:05 am

L'ho vista... Magari fosse solo il finale cambiato...
Ho scritto a Stinchelli: "Come credi si concilii il progetto governativo di portare gli introiti turistici al 20% del Pil, con la Tosca di Caracalla?"

Il fatto è che uno può decidere qualsiasi stravolgimento, ma poi lo devi saper fare. Se ti manca ogni professionalità, ogni abilità, ogni gusto, ha' voglia a cambia' finali...
Ultima modifica di junior il sab lug 18, 2009 2:12 pm, modificato 1 volta in totale.
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Messaggioda Bliss » sab lug 18, 2009 1:42 pm

Vorrei proprio vederle, quelle lettere di Puccini. La filologia è essenziale, ma temo che in questo caso la svista sia clamorosa.
E' il caso di dire che ognuno se la canta come gli pare...
...alle stelle ci credo, specialmente se come ora le vedo...
Avatar utente
Bliss
Orfeomane Liv. 3
Orfeomane Liv. 3
 
Messaggi: 311
Iscritto il: ven gen 06, 2006 2:13 pm
Località: Roma

Messaggioda junior » sab lug 18, 2009 2:14 pm

Se consideri che Scarpia è un cardinale... Puccini certo questo non l'ha pensato!
Anche qui: poteva essere un gioco che funzionava, ma poi non lo sanno fare...
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda romella » sab giu 18, 2011 11:08 pm

Torna Tosca a Caracalla per la stagione estiva del Teatro dell'Opera.. LINK
Considerando che le possibilità per vederla rappresentata ad un certo livello - si suppone - non credo siano molte, e che l'optimum è già stato raggiunto.. la domanda è: ci proviamo? O c'è qualche presunta controindicazione data da cast, regìa, ecc?
"Si moro e poi rinasco, prego Dio d'arinasce a Roma mia!"
G.G. Belli
Avatar utente
romella
Orfeomane Liv. 2
Orfeomane Liv. 2
 
Messaggi: 233
Iscritto il: ven ott 08, 2010 6:45 pm
Località: Roma

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda junior » dom giu 19, 2011 7:24 pm

Io sconsiglio SEMPRE, salvo clamorose controindicazioni che però sono più rare di una tigre vegetariana, di una coppa del mondo vinta dalla Lapponia, di un democratico vero.
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda romella » dom giu 19, 2011 11:16 pm

Sono io che non ho capito o c'è contraddizione tra i periodi?
Però alla fine mi pare che regni la stroncatura ma mi chiedo se non sia vero che per conoscere il bello bisogna avere come paragone il brutto! Insomma, toccherà sbatterci la testa prima o poi, no?
"Si moro e poi rinasco, prego Dio d'arinasce a Roma mia!"
G.G. Belli
Avatar utente
romella
Orfeomane Liv. 2
Orfeomane Liv. 2
 
Messaggi: 233
Iscritto il: ven ott 08, 2010 6:45 pm
Località: Roma

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda romella » lun giu 20, 2011 12:39 am

Pardon, sono io che non ho capito e ho interpretato male le "controindicazioni". Resta la domanda.
"Si moro e poi rinasco, prego Dio d'arinasce a Roma mia!"
G.G. Belli
Avatar utente
romella
Orfeomane Liv. 2
Orfeomane Liv. 2
 
Messaggi: 233
Iscritto il: ven ott 08, 2010 6:45 pm
Località: Roma

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda junior » lun giu 20, 2011 11:59 am

Purtroppo non riuscirai a evitarlo. Nella migliore delle ipotesi potrai farti quattro risate...
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda romella » dom lug 24, 2011 1:12 pm

Ma i melomani non vanno in vacanza? I biglietti per l'unica data per me disponibile sono finiti..
"Si moro e poi rinasco, prego Dio d'arinasce a Roma mia!"
G.G. Belli
Avatar utente
romella
Orfeomane Liv. 2
Orfeomane Liv. 2
 
Messaggi: 233
Iscritto il: ven ott 08, 2010 6:45 pm
Località: Roma

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda junior » dom lug 24, 2011 4:14 pm

Ringrazia il Cielo...
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda romella » dom lug 24, 2011 7:48 pm

E che è, mi capiterà una disgrazia se ci andrò? :) Ne riparleremo a cose fatte, alle brutte vado a prendere un pò di fresco in una sera di metà agosto!
"Si moro e poi rinasco, prego Dio d'arinasce a Roma mia!"
G.G. Belli
Avatar utente
romella
Orfeomane Liv. 2
Orfeomane Liv. 2
 
Messaggi: 233
Iscritto il: ven ott 08, 2010 6:45 pm
Località: Roma

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda romella » gio ago 11, 2011 2:56 pm

Il danno è fatto. Due premesse. La prima è che sono contenta di aver assistito alla rappresentazione, con tutti i pro e i contro. La seconda è che le mie impressioni, senza che sto a ripeterlo ad ogni riga, sono da incompetente, per cui moooolto relative.
Per quanto riguarda il canto, quindi, non mi pronuncio proprio perchè mi mancano le basi. Invece la regìa mi ha abbastanza lasciata perplessa. L’idea in sè non era nemmeno malvagia, ma quando si esagera, si esagera..
Idealmente la scena era divisa in 4/4: nei 2/4 centrali si svolgeva l’azione - in modo degno e senza stravolgimenti - e nei 2/4 laterali erano stati allestiti gli ambienti che fanno da retroscena a un set cinematografico. A destra quindi c’erano i camerini a vista, truccatrice, attrezzisti.. dall’altra parte il guardaroba, gli assistenti.. Invadenti fino al fastidio i finti macchinisti che passavano davanti ai protagonisti anche in momenti salienti. Distrazioni ovunque, scena piena di gente sempre. Angelotti che esce dalla scena principale, passando per la cappella, per andare a mettersi seduto a leggere il giornale (tanto per rendere l'idea) per tutto il tempo del duetto tra Mario e Tosca.

Pessimo l’inizio del terzo atto. Un maxischermo a lato del palco con davanti sedie e finti spettatori, e proiezione di un filmato dell’Istituto Luce che riproduceva una panoramica di Roma negli anni ‘20*.. poi lo schermo rimaneva spento fino al finale, in cui veniva proiettata la ripresa frontale di Tosca mentre sale una scalinata (in scena era voltata 3/4 di spalle verso il pubblico) e si getta da un’altezza di circa 1 metro e mezzo suppongo, visto che il corpo a terra noi che stavamo parecchio di lato l’abbiamo visto bene bene..

Una cosa bella? Il programma. Un bel librone di 150 pagine con parecchie curiosità interessanti, al tempo me lo leggo con calma.
Comunque era un'esperienza che andava fatta, nel bene o nel male!

* scusate ma 'sta cosa mi ha fatto pensare all'apertura degli ultimi concerti di Renato con lo stesso sistema, ma lì aveva un senso :)
"Si moro e poi rinasco, prego Dio d'arinasce a Roma mia!"
G.G. Belli
Avatar utente
romella
Orfeomane Liv. 2
Orfeomane Liv. 2
 
Messaggi: 233
Iscritto il: ven ott 08, 2010 6:45 pm
Località: Roma

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda junior » gio ago 11, 2011 4:12 pm

L'idea ricalca un po' quella di Bergman per il Flauto Magico, ma lì c'è il genio al lavoro... Chissà quante altre centinaia di persone avremo allontanato per sempre da Puccini, ieri :(
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Re: Tosca a Caracalla

Messaggioda romella » ven ago 12, 2011 11:33 am

Poniamo il caso che la realtà sia un fattore positivo e la finzione un fattore negativo. Bergman ha voluto portare la realtà nella finzione, non so se ci siano stati precedenti, ma l'idea era originale. Qui invece il regista ha voluto portare la finzione nella finzione. Insomma, era tutto ancora più artificioso.. Tra l'altro era divertente sentire i commenti degli spettatori all'uscita.. grandi disquisizioni sulla spettacolarizzazione della morte in stile "La vita in diretta", come se ormai la gente si appassionasse solo ai drammi veri e non s'accontentasse più di quelli "di scena" (= ripresa del suicidio)
"Si moro e poi rinasco, prego Dio d'arinasce a Roma mia!"
G.G. Belli
Avatar utente
romella
Orfeomane Liv. 2
Orfeomane Liv. 2
 
Messaggi: 233
Iscritto il: ven ott 08, 2010 6:45 pm
Località: Roma

Prossimo

Torna a Non solo ORFEO

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron