Orfeo9 a Venezia

La rete, la stampa, la tv, la radio e qualsiasi altra forma di comunicazione possibile, compresi i telegrammi, i piccioni viaggiatori, i segnali di fumo...

Moderatore: Moderatori

Messaggioda albume » lun set 08, 2008 11:10 pm

Concordo su tutto, Bliss, ma soprattutto sull'ultima parte, quella sui giornalisti: confronta sulla mia parte di "resoconto" dell'avventura veneziana e capirai benissimo il perchè!
OT Siete tutti liberi di integrare con domande e/o interventi di varia fattura il reportage su Venezia: non vuole essere una mera cronaca, dopotutto, siamo in un forum, no? :D
He who knows, does not speak. He who speaks, does not know
Avatar utente
albume
Orfeomane Liv. 4
Orfeomane Liv. 4
 
Messaggi: 539
Iscritto il: mer ott 24, 2007 5:25 pm
Località: Milano

Messaggioda junior » lun set 08, 2008 11:42 pm

Certamente ogni regia di un melodramma lo tradisce, soprattutto rispetto alla regìa insostituibile che ognuno se ne è fatto dentro di sé. Ma nell'ambito di quelle che furono le nostre scelte, vi pare che la si possa definire una regìa disastrosamente senza talento? Qualcuno ha la minima cognizione di come viene usata la camera in quel film e come sono diretti gli attori, considerato anche che era sempre "bona la prima"? Vabbè, farò come nei film americani, mi difenderò da solo...
Intanto vi segnalo questo articolo.
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Messaggioda Bliss » mar set 09, 2008 11:49 am

Una mia carissima amica dalla Svizzera mi segnala un articolo apparso ieri in prima pagina sul quotidiano "La Regione Ticino".
(Copio e incollo, precedendola, in attesa che riesca ad entrare nel Forum e a raccontare un'esperienza molto interessante, relativa ad Orfeo9, avvenuta in quel della vicina Svizzera).


In prima pagina su "La Regione Ticino"
dell'8 settembre 2008


Il commento
Una mostra contestata, eppure ricca di cinema

di Ugo Brusaporco

Tutti col fiato sospeso, non per aspettare il Leone, ma per sapere se Renato Zero, dopo aver acquisito i diritti sulle immagini della sua interpretazione in “ Orfeo 9”, permetterà al film di essere proposto dalla Rai, insieme ad altri 3000 titoli, da scaricare a meno di 2 euro.
Ma cos’è “Orfeo 9”?­ un sogno, il sogno di fare un musical pop italiano, di portarlo dal palcoscenico dove era nato, in pellicola, anche se a 16mm, di sfidare gli Who, di riprendere una tradizione musicale popolare finita con l’opera lirica. E a sognare tutto questo­ è stato Tito Schipa jr, figlio del grande tenore che aveva raccolto l’eredità di Caruso, che da cantautore, uno dei padri della scuola romana, diventò per una volta regista.
Era l’Italia dei primi anni ’ 70, e il film­ è del 1973, ma uscì nelle sale malamente nel 1975, dopo essere stato censurato e boicottato dalla stessa Rai che l’aveva prodotto. Vedendolo oggi si comprende il perché di tanto ingiustificato livore. Tito Schipa jr non ha solo portato sullo schermo un musical, ma ha letto con lucida sapienza l’Italia di quel tempo.
L’Italia che scopriva il peso dell’eroina, l’Italia dei giovani che viaggiavano in autostop, quella dei capelloni, delle case occupate, dei discorsi sulla rivoluzione, del sogno di bombe che rompessero il fronte della normalità borghese e, ancora, l’Italia dei movimenti femminili, della scoperta della fragilità maschile, della conquista di un amore non conquistato.
La leggenda di Orfeo è ­la metafora di un viaggio che­ è dolorosa sconfitta e Tito Schipa jr, protagonista, oltre che regista e musicista, delinea un sognante e fragile Orfeo che impara a liberarsi da se stesso per aprirsi a un mondo illuminato dal ricordo di Euridice, senza per questo chiudere le porte ad Amore. Film splendidamente imperfetto, questo di Schipa,­ segnato da belle pagine di musica, da momenti di buon cinema, dall’interpretazione dello stesso regista e di un Renato Zero venditore di paradisi drogati. Con coraggio Marco Müller lo ha voluto come film di chiusura di questa contestatissima Mostra, dando così spazio a nuove bordate di critiche velenose.

...alle stelle ci credo, specialmente se come ora le vedo...
Avatar utente
Bliss
Orfeomane Liv. 3
Orfeomane Liv. 3
 
Messaggi: 311
Iscritto il: ven gen 06, 2006 2:13 pm
Località: Roma

Messaggioda junior » mar set 09, 2008 12:12 pm

Grazie!
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Messaggioda Amministratore » mar set 09, 2008 1:16 pm

Ragazze/i grazie per aver inserito così tanti e interessanti articoli, fanno bene a noi, a chi legge il forum e non partecipa, ad Orfeo9 dopo tanti anni di indifferenza mediatica, ma soprattutto a coloro che l'hanno sempre censurato, ostacolato e quant'altro: chissà che queste manifestazioni di affetto, stima e ammirazione non possano far entrare loro in testa un po' di buonsenso e di avvedutezza la prossima volta che affosseranno un prodotto solo per un pregiudizio o peggio.

Però, c'è sempre un però, vi prego di mantenere più ordine, soprattutto in questa sezione stampa, perché so per esperienza che se ammucchiamo tutto in un'unica discussione poi, fra qualche tempo faticheremo a trovare quello che cerchiamo.

Il procedimento è semplice:

- Si copia in memoria il link dell'articolo o il contenuto
- si apre una nuova discussione
- si mette il titolo dell'articolo
- se è il caso un sottotitolo che può essere il tipo di articolo (recensione, intervista, etc.) oppure, come ho fatto io ora, un argomento come la 65a Mostra del Cinema di Venezia
- si incolla il link come già sapete fare cioè:

Codice: Seleziona tutto
[url=www.linkdainserire.xyz]Frase[/url]


- si invia.

Ora questo messaggio continua così com'è, ho editato tutti i link rimandandoli alle discussioni che li riguardano da me creati, cortesemente usate il succitato metodo...

... l'ordine paga!

In questi giorni è arrivata una richiesta email da Eva (mi pare) con un email tipo uanuan@dominio.ch senza città, data e qualsiasi cosa potesse farmi pensare che fosse un essere umano e non uno spammer bot, se è la tua amica dille di ripetere la domanda dandoci dei "segni di vita".

Grazie e scusate la rottura di scatole.
Avatar utente
Amministratore
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 105
Iscritto il: mer gen 17, 2007 4:36 pm

Messaggioda Ela » mer set 10, 2008 2:17 am

Se la connessione mi fa la grazia anch'io dico la mia.
Non sono stata a Venezia ma Orfeo l'ho vissuto dal vero e dal vivo ed è stata una cosa magica in un momento magico (ma anche drammatico) per quelli della mia età: il film potrà anche essere datato, i giovani potranno anche non capirlo appieno per cose che per loro non sono immediate, ci saranno anche delle ingenuità, potranno dire di tutto e di più...ma resta il fatto che chi lo sente ne rimane preso! e questa è la realtà! punto e basta!
del doman non v'è certezza meglio esser lieti mo'
ex tenebris, lux
IL SAGGIO SA DI NON SAPERE!
Avatar utente
Ela
Orfeomane Liv. 4
Orfeomane Liv. 4
 
Messaggi: 675
Iscritto il: gio nov 23, 2006 7:54 pm
Località: Roma

Precedente

Torna a L'Eco del vuoto

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron