La guerre de Decembre n'aura pas lieu

Le rappresentazioni al Sistina nel 1970, ma anche qualsiasi altra nel futuro

Moderatore: Moderatori

La guerre de Decembre n'aura pas lieu

Messaggioda junior » gio set 23, 2010 2:41 pm

Ecco fatto. In realtà le cose non stanno come l'ignoto facebookkaro del Comunale scrive, ma visto che la notizia è uscita così, ora potete intervenire sulla stessa pagina, forse con la stessa sorpresa del primo che ha risposto.

http://www.facebook.com/TeatroComunaleBologna

Noi ci sentiamo in seguito per come stano davvero le cose... :roll:
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Re: La guerre de Decembre n'aura pas lieu

Messaggioda albume » gio set 23, 2010 3:02 pm

E' la mancanza di informazioni che genera informazioni.
A proposito: si fa?
He who knows, does not speak. He who speaks, does not know
Avatar utente
albume
Orfeomane Liv. 4
Orfeomane Liv. 4
 
Messaggi: 539
Iscritto il: mer ott 24, 2007 5:25 pm
Località: Milano

Re: La guerre de Decembre n'aura pas lieu

Messaggioda junior » gio set 23, 2010 3:12 pm

Io non faccio come loro. Se si decide che le notizie si danno insieme, e complete, mi adeguo...
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Re: La guerre de Decembre n'aura pas lieu

Messaggioda junior » ven set 24, 2010 6:58 pm

Bene, visto che le notizie escono a pezzi, tanto vale darvi qualche lume, visto che tra l'altro lo meritate.
I fatti:
Nel 2009 Marco Tutino, direttore artistico e sovrintendente del Teatro Comunale di Bologna, acconsente alla programmazione di Orfeo9 per il dicembre 2010.
La condizione e premessa consiste nella presenza di un produttore "nostro" che coproduca con il teatro. Per me si tratta di Sebastiano Calabrò, che prima del mio viaggio a Bologna mi ha incoraggiato e promesso il suo appoggio.
Non viene stilato nessun accordo col teatro. Sulla base di una semplice conversazione, il titolo va in cartellone e la prevendita dei biglietti inizia (e al momento in cui scrivo si vede ancora annunciata in rete).
Sebastiano Calabrò, dicendosi preoccupato per la non distribuibilità dello spettacolo dopo le recite di Bologna, si ritira dal suo impegno. Restiamo scoperti di produttore e avvisiamo il Comunale. Il teatro non si ritira, e attende che noi ovviamo al problema.
Non riusciamo a trovare un produttore alternativo. Quelli teoricamente disponibili prospettano un debutto databile ad almeno 18 mesi di distanza per poter programmare la distribuzione.
Nel frattempo comincio a provare con un cast "di base" formato di elementi fortemente motivati e affezionati, per essere pronti ad ogni evenienza.
Il Comunale comincia (siamo al Luglio 2010) a proporre un rinvio. Io prendo tempo.
Su suggerimento di Raitrade (editrice dell'opera) contatto un manager-produttore che pare finalmente ben disposto e pronto a partire. Subentra anche una persona altamente specializzata nella ricerca di sponsor, che si dice molto ottimista ma sempre a condizione che non ci sia troppa fretta.
Settembre 2010. Il Comunale decide unilateralmente l'annullamento delle date di dicembre e propone un incontro per studiare una soluzione alternativa.
Il produttore romano vorrebbe partire subito, con o senza Bologna, ma la prospettiva di avere l'orchestra sinfonica di Bologna è troppo allettante, quindi ricomincio a prendere tempo...
Adesso esce sul Facebook del Teatro la notizia data nel modo vago e incompleto che vedete.
Protesto col teatro, che mi risponde di non avere nessun controllo sui gestori del profilo. Gli faccio notare che usano il loro logo e il loro nome... Mah.
Per concludere vorrei rivolgervi una richiesta:
una cinquantina di voi hanno compiuto negli ultimi tempi un gesto che mi commuove, quello di proporre un'autotassazione per produrre lo settacolo ("Gli Angeli di Orfeo"). La cosa è straordinaria, e a suo tempo sarà uno dei punti di forza della nostra promozione. Ma è fuori discussione che - come già ho detto - mi guardo bene dal pensare di accettare.
Ora vorrei farvi notare che cinquanta persone disponibili (fra di noi) a tassarsi, hanno un impatto. Cinquanta email o messaggi su FB che arrivano tutti insieme ne hanno un altro. Per certi versi più "produttivo"...
Quindi vi invito ancora una volta a non trascurare la forza vera che avete quando la vostra semplice presenza viene in evidenza sulla rete, e non sul forum i famiglia, ma in pubblico.
Quindi credo che una vostra decisa reazione su quel sito (http://www.facebook.com/TeatroComunaleBologna) avrebbe un effetto di forte appoggio alla decisione di un rinvio e di una produzione ufficiale che sembra già essere nelle intenzioni del teatro.
Per dettagli ulteriori, chiedete pure.
Baci a tutti.
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am

Re: La guerre de Decembre n'aura pas lieu

Messaggioda docjohn » mar nov 02, 2010 9:32 am

Sarò poco dentro ai misteri di Facebook, ma non ho trovato il modo di commentare la nota stampa sulla cancellazione di O9 sulla pagina del Comunale: c'è la possibilità di aggiungere una nota, lo ho fatto
(la nota era questa: 'Si è persa una grande occasione per far conoscere ad un nuovo pubblico quella che è certamente una pietra miliare nella storia del pop italiano (e non solo). Spero che il Comunale di Bologna mantenga fede all'impegno di riproporre l'operazione in tempi migliori!')
ma, una volta pubblicata, non compare sulla pagina del Comunale, solo sulla mia. Mah!
docjohn
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato
 
Messaggi: 5
Iscritto il: sab set 29, 2007 4:31 am

Re: La guerre de Decembre n'aura pas lieu

Messaggioda albume » mar nov 02, 2010 11:01 am

docjohn ha scritto:non ho trovato il modo di commentare la nota stampa sulla cancellazione di O9 sulla pagina del Comunale

E' difficile commentare un messaggio così telegrafico, dello stesso tenore delle giustificazioni di Trenitalia per i propri ritardi (non so se avete presente). Addossare sull'utente di Facebook la responsabilità di motivare la cancellazione dello spettacolo è un onere davvero gravoso anche se, d'altra parte, sarebbe difficile avere una risposta direttamente dal Comunale: basti pensare che nel sito del teatro non compare alcun messaggio o comunicato di sorta.
Forse sarebbe interessante avere una risposta sui dettagli da parte di Tito anche se l'unico concetto espresso nell'avviso su Facebook - ossia quello economico - dice molto più di tante parole.
He who knows, does not speak. He who speaks, does not know
Avatar utente
albume
Orfeomane Liv. 4
Orfeomane Liv. 4
 
Messaggi: 539
Iscritto il: mer ott 24, 2007 5:25 pm
Località: Milano

Re: La guerre de Decembre n'aura pas lieu

Messaggioda junior » mar nov 02, 2010 6:11 pm

Non ho letto il comunicato di cui parlate. Il disinteresse assoluto del teatro nei confronti dello spettacolo ha contaminato anche me reciprocamente. Per quanto sorprendente e gratificante fu l'anno scorso la decisione di Tutino di programmarlo nella stagione, altrettanto sorprendente è stato scoprire che davanti alla nostra crisi (la perdita di un produttore "interno") non è venuta una proposta di aiuto di qualsiasi tipo. Mi era stato promesso di recente che il comunicato avrebbe parlato di rinvio a Giugno-Luglio. Non so se è così. Il fatto è che nel frattempo, per l'ennesima volta nella vita, ho cambiato direzione ("Già tante volte / ho sbagliato la strada"...) e sto trattando con altri e con altre prospettive. Una cosa è certa: sarà difficile che io accetti l'idea di rimontare Orfeo9 a qualsiasi costo. Se devo dannarmi l'anima preferisco farlo per un progetto nuovo, che dite? Ma le ultime danno per probabile il subentro di persone qualificate e ben intenzionate a lanciarci su una pista degna.
Tutto nel mondo è burla
Ma l'amor mio non muore
Sto cantando per te
Avatar utente
junior
Amministratore
Amministratore
 
Messaggi: 1852
Iscritto il: gio dic 01, 2005 11:05 am


Torna a A teatro

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron